La bambola assassina (Child’s Play) – 2019 diretto da Lars Klevberg.

È il reboot del film del 1988 La bambola assassina. Sì differenzia dal film originale in quanto la bambola non è più animata dallo spirito di un serial killer, ma bensì da un malfunzionamento elettronico. Questo perché il bambolotto è un piccolo robot super tecnologico.

La Trama

Nel 2008, Don Mancini e David Kirschner hanno parlato di un riavvio del franchise, che in origine sarebbe stato un film, scritto e diretto da Mancini. Brad Dourif doveva ritornare ad essere la voce di Chucky. In un’intervista successiva, Mancini descrisse il remake come una rivisitazione più oscura e spaventosa del film originale, ma che, pur avendo nuove svolte, non si allontanerebbe troppo dal concetto originale. In una convention horror del 2009, Dourif ha confermato il suo ruolo nel remake.Successivamente il film venne cancellato dopo le recensioni negative dei remake/reboot di Venerdì 13 (2009) e Nightmare (2010).

Il 3 luglio 2018, è stato annunciato che una versione moderna del film, era in sviluppo presso la Metro-Goldwyn-Mayer, con un team creativo diverso rispetto alla serie originale. Lars Klevberg sarà il regista, mentre Tyler Burton Smith, avrebbe diretto il film. Il team collaborativo di It e It – Capitolo due, Seth Grahame-Smith e David Katzenberg, saranno i produttori.

Nel dicembre del 2018, in un podcast di Mick Garris, Don Mancini ha criticato il remake, sottolineando che Metro-Goldwyn-Mayer, in qualità di titolare dei diritti per il film originale, può fare ciò che preferisce con la proprietà. Alla domanda se lui e David Kirschner, avrebbero avuto qualche coinvolgimento, ha detto:

«Abbiamo detto no grazie, perché abbiamo il nostro fiorente business in corso con Chucky. Ovviamente i miei sentimenti sono stati feriti. Ho creato il personaggio e coltivato il franchise per tre decenni. Volevano solo la nostra approvazione, che l’ho strenuamente negata.»