Non aprite quella porta – Parte 2 (in lingua originale The Texas Chainsaw Massacre 2) è il sequel del film Non aprite quella porta del 1974. Prodotto nel 1986, il film è stato nuovamente diretto da Tobe Hooper.

Trama

Dallas. Tredici anni dopo la fine del primo film, l’ex tenente dei Texas Ranger Lefty Enright, nonché lo zio di Sally (la protagonista del primo film) e Franklin cerca in tutti i modi vendetta per la morte dei nipoti. Ad aiutarlo ci sarà Stretch, un’affascinante deejay locale che ha registrato durante la sua trasmissione un massacro compiuto dalla famiglia Sawyer. Stretch manderà di nuovo in onda il nastro, costringendo i cannibali ad uscire allo scoperto. I Sawyer riusciranno a rapire la deejay ma ci sarà ben poco da fare, a salvarla ci sarà Lefty, che metterà fine alla famiglia Sawyer con epici duelli di motoseghe.

La Critica

Il prodotto finale è stato stroncato dalla critica, avendo abbandonato tutti gli stili dell’originale per scene con più umorismo e un maggiore utilizzo di trucco che ha reso il film meno realistico. Tuttavia con gli anni, i fan hanno rivalutato il film giustificando la sua maggiore comicità rispetto all’horror.

La Produzione

Il film costò circa 4.700.000 dollari. Tobe Hooper e Kim Henkel inizialmente volevano ricreare un’intera città di cannibali per questo sequel. Jim Siedow è l’unico attore che era presente anche nell’originale. Tobe Hooper appare nei panni di un uomo che si diverte ad una festa. Alla fine dei titoli di coda appare il logo di Non aprite quella porta e si sente il suono della motosega.

Il film è stato classificato come commedia horror o commedia nera. C’è un omaggio a Il dottor Stranamore di Kubrick, infatti vediamo nella sala dove c’è la tavola uno scheletro di un uomo che cavalca una bomba atomica con un cappello da cow-boy in mano. La foto di gruppo che appare su alcune locandine del film, ricalca quella del film Breakfast Club.

Il film è stato vietato ai minori di 18 anni in Australia, Germania, Italia, e in molti altri paesi tra i quali la Norvegia, la Svezia e Singapore. Molte scene sono state originariamente tagliate (sono state riproposte nella riedizione).