Stomach đź’€ Recensioneđź’€

Stomach: horror indipendente scritto e diretto da Alex Visani e prodotto da Home Movies, qui alla sua prima vera e propria produzione.

Sinossi

Alex è un ragazzo solitario e tormentato che vive in un posto di campagna estremamente desolato. Vittima di un passato oscuro e di un presente fatto di soprusi e umiliazioni, Alex si trova a essere vessato continuamente dai suoi colleghi di lavoro. Ma dentro il ragazzo si nasconde un male oscuro, un dolore profondo e, al tempo stesso, qualcosa di sinistro. Qualcosa che spinge per uscire, qualcosa che nutre una sete di sangue sfrenata. Un vortice di orrore e violenza si scatenerà, lasciando una scia di sangue interminabile.

Iniziamo informando chi legge che questo film è stato catalogato vietato ai minori di 18 anni per il suo essere estremamente forte e a prova di stomac(h)i resistenti. Infatti sangue, nudo e scene disturbanti non mancano certamente. Visani è un cultore del cinema gore underground tedesco, al quale Stomach si rifà molto. Ricordiamo, per chi non lo sapesse, che Alex è anche il curatore della collana Spasmo Video della Home Movies, dove, guarda caso, sono stati presentati proprio tantissimi film ultragore teutonici.

Quindi, gli amanti dello splatter e dell’estremo avranno di che divertirsi.

Come ogni buon horror che si rispetti, anche Stomach ha le sue molteplici chiavi di lettura. L’inconscio difatti gioca un ruolo fondamentale, divenendo parte centrale di una narrazione molto piĂą profonda di quello che potrebbe non sembrare ad un’analisi poco attenta.

Qui ci permettiamo un piccolo exsucurs collegandoci con un altro prodotto che ci è piaciuto: il cortometraggio Es contenuto nella raccolta Don’t R.I.P. Vol. 2 di Fabio e Luna, sempre targato Home Movies, dato che anch’esso parla di menti e personalitĂ  che prendono vita da traumi e malesseri.

Tornando a Stomach possiamo dire che ci siamo divertiti nel vedere qualcosa di diverso, sicuramente non perfetto, ma decisamente interessante ed intrattenente, soprattutto per chi ama gi anni 80 e gli effetti artigianali. Ci vogliamo sbilanciare nel dire di averci visto anche un pizzico di Lynch, per qualche sequenza particolarmente onirica e un primo Cronenberg per il body mutation che Visani mette in scena.

In conclusione consigliamo Stomach e vi consigliamo di sostenere il cinema indipendente. Quindi comprate anche voi la vostra copia dello “stomaco” targata Home Movies.

CONDIVIDI

Slide Background