Blue My Mind - Il segreto dei miei anni

(Recensione no Spoiler)

In home video per ▶️➡️ CG Entertainment

Trama in breve:
Mia, quindicenne, affronta con gravi difficoltà i mutamenti del proprio corpo dovuti all’adolescenza. Nonostante tutti i tentativi di fermare il processo, la ragazzina deve arrendersi alle forze della Natura.

La regista svizzera Lisa Brűhlmann prende alla lettera le sensazioni comuni che sono presenti in molte fasi dell’adolescenza e i discorsi che si accompagnano ad esse – l’impressione di non riconoscersi, di vedersi mostruosi, di combattere con nuovi e implacabili appetiti, di sfuggire a tal punto alla comprensione dei propri genitori da pensarli come estranei – e costruisce un’escalation che trasforma il classico coming of age in una sua versione allucinata e fantastica.

Il film non è propriamente un horror ma porta con sé, per tutta la sua durata, quella strana sensazione di inquietudine che solo i migliori horror riescono a trasmetterti.

Quest’opera mi ha davvero colpito e affascinato. Per farvi un esempio potei paragonarla a The Neon Demon di Nicolas Winding Refn, e non per gli stessi temi trattati, ma per l’approccio criptico e a tratti allucinogeno che hanno entrambe le pellicole verso quello di cui parlano. Infatti, in entrambi i film, abbiamo l’affacciarsi verso un nuovo modo: uno ha la moda, mentre l’altro l’adolescenza.

In conclusione vi dico che questo film mi è piaciuto moltissimo, e lo consiglio a tutti quelli che abbiano voglia di vedere qualcosa di originale e diverso.

CONDIVIDI

Slide Background